24 Settembre 2018

TRIBUNALE DI MACERATA, Sezione GIP/GUP, 6 giugno 2018, giudice Domenico Potetti

La detenzione della sostanza stupefacente derivante dalla condotta di coltivazione, anche se finalizzata all'uso personale, non assorbe la precedente condotta di coltivazione, che rimane astrattamente punibile. Tuttavia, il giudice è tenuto ad accertare se tale condotta di coltivazione sia dotata di offensività in concreto, dovendo altrimenti assolvere l'imputato perché il fatto non è previsto dalla legge come reato.


Archivio »