17 Aprile 2017

Cass. civ. Sez. III, 03-10-2016, n. 19670

Responsabilità medica

Cass. civ. Sez. III, 03-10-2016, n. 19670 (rv. 642601-01)

RESPONSABILITA' CIVILE - Professionisti - Attivita' medico-chirurgica responsabilitā per attivitā medica - Informalitā e fortuitā del contatto tra medico e paziente - Idoneitā a determinare l'insorgenza di obbligazione a carico del professionista - Sussistenza - Fattispecie

In tema di attivitā medico-chirurgica, anche il "contatto sociale" meramente fortuito ed informale, intercorso tra medico e paziente, č idoneo a far scattare i presidi della responsabilitā contrattuale. (In applicazione di tale principio, la S.C. ha qualificato in termini di "contratto" il rapporto instauratosi a seguito del comportamento di un medico di base che, nel corso di un incontro occasionale con un suo assistito in procinto di partire per il Kenia, gli aveva suggerito una profilassi antimalarica, poi rivelatasi inefficace, sebbene essa abbia, per il resto, confermato la sentenza impugnata, che aveva escluso la responsabilitā del sanitario per la morte dell'assistito causata dalla malaria, in considerazione della aderenza della profilassi consigliata ai principi della buona pratica medica). (Cassa con rinvio, CORTE D'APPELLO REGGIO CALABRIA, 12/04/2012)


Archivio »